press  »  Napoli 23 marzo 2011<br/> h. 15.00

Napoli 23 marzo 2011- h. 15.00

LE ATTIVITÀ DI AUGUSTA OFFSHORE
L’Augusta Offshore opera nel settore dell’assistenza alle installazioni petrolifere in mare aperto (offshore) e costiere.
L’attività è svolta da una flotta di unità altamente specializzate che si occupano della logistica e della sicurezza delle piattaforme petrolifere.
In particolare, rimorchio delle piattaforme, loro posizionamento attraverso operazioni di maneggio ancore, trasporto di personale, trasporto di materiali necessari alle operazioni della piattaforma, servizi anti incendio, servizi anti inquinamento.
Negli anni la società è diventata leader nel settore offshore nel Mediterraneo per dimensioni e caratteristiche della flotta, oltre che per la qualità e l'affidabilità del servizio.
Fondata nel 1986, la sede principale è a Napoli, dove sono presenti il dipartimento commerciale e quello tecnico; inoltre, la società ha basi operative in Egitto al Cairo, in Libia, in Brasile a Rio de Janeiro e Macaè.
Augusta Offshore è membro di Confitarma (Confederazione Italiana Armatori) e di ISOA (International Support Vessels Owners’ Association).

AUGUSTA OFFSHORE e LE ATTIVITA’ IN LIBIA
L’Augusta Offshore opera in Libia dal 1986, come contrattista di società libiche partecipate dal gruppo Eni (allora Agip N.A.M.E., oggi Mellitah Oil & Gas) impegnate in attività di esplorazione e produzione petrolifera in mare aperto.
Attualmente presente come contrattista di Mellitah Oil & Gas al Bouri Field con 3 unità, e al terminale di Mellitah con 4 unità. Inoltre, come contrattista di Mabruk Oil Operations, del gruppo Total, con 1 unità.

ASSO VENTIDUE: EQUIPAGGIO E CARATTERISTICHE TECNICHE
Equipaggio al momento del fermo 11 persone, di cui 8 italiani due indiani, un ucraino.

Asso Ventidue è un’unità di tipo Ahts (Anchor Handling Tug Supply) costruito in Danimarca nel 1999, di lunghezza 74,90 mt., larghezza 18 mt., 4 motori Bergen che generano una potenza totale di 14.400 BHP ed un verricello di rimorchio di 270 tonnellate e uno di 300 tonnellate per operazioni con ancore, BP 169 tonnellate. Asso Ventidue viene utilizzato per operazioni di rimorchio, movimentazioni e posizionamento in mare aperto delle ancore delle piattaforme petrolifere, assistenza alle stesse per trasporto e trasferimento materiali e personale, attività di anti incendio ed anti inquinamento.

I FATTI

Dal 21 febbraio 2011, data la situazione nell’area libica, su richiesta delle istituzioni italiane, le attività di Augusta Offshore, pur nella consueta routine, sono state rapportate quotidianamente alle stesse.

E’ stato anche predisposto un piano di evacuazione, rimasto inattuato fino alla vicenda Asso Ventidue, in funzione delle rassicurazioni degli enti locali e della non interruzione delle attività operative sulle piattaforme e nei terminali.

GIOVEDI 17.03.2011
In serata ad Asso Ventidue viene chiesto il trasporto di alcune persone, di cui 1 armata, a Tripoli. Il comandante, come da procedura, attiva l’allarme security.

Successivamente il noleggiatore rassicura dicendo si tratta di normale attività di trasferimento.

VENERDì 18.03.11
La mattina di venerdì 18 Asso Ventidue arriva a Tripoli.
La compagnia mantiene i normali rapporti con l’equipaggio e il noleggiatore.
In serata l’equipaggio riceve istruzioni per imbarco di gasolio, che avviene a mezzo autobotti.
Durante la notte alcune persone che si dichiarano appartenenti all’Autorità portuale libica salgono a bordo, richiedendo una serie di dati tecnici sulla nave e sul funzionamento degli apparati, strumentazioni di bordo. Le stesse persone poi sbarcano.

SABATO 19.03.11
La mattina del sabato trascorre in modo tranquillo e con normali comunicazioni.
Nel pomeriggio le stesse persone si ripresentano a bordo per ispezionare i locali nave, conoscere gli apparati, i sistemi di funzionamento, di comunicazione ed effettuare delle foto sul ponte e nel locale macchine. Poi sbarcano.
Nel frattempo dalla base di Mellitah, i noleggiatori ed i nostri rappresentanti confermano che le operazioni continuano e che la situazione è tranquilla; contemporaneamente la Compagnia comunica alle autorità italiane competenti tutti gli avvenimenti e le informazioni su quanto sta accadendo.
Poco prima delle ore 21,00 alcune persone delle autorità libiche risalgono a bordo e vi rimangono tutta la notte, chiedendo al Comandante ed al Direttore Macchina di farli familiarizzare con il funzionamento degli apparati e con il comando della nave.
La Compagnia mantiene regolari comunicazioni con il Comandate e con le autorità competenti, notificando le informazioni sugli eventi step dopo step.

DOMENICA 20.03.11
Alle ore 06,30 il Comandante dell’Asso Ventidue avvisa la Augusta Offshore che si sono presentati a bordo anche militari libici armati, che è stato intimato loro di sospendere tutte le comunicazioni. Vengono imbarcati in coperta due gommoni fast boat.
La Compagnia si attiva con tutti i canali a sua disposizione (militari, commerciali e locali) per ricevere informazioni e istruzioni e per coordinarsi con le autorità.
Alle ore 13,00 la Compagnia viene avvisata dal suo rappresentante locale che l’Asso Ventidue sta lasciando il porto di Tripoli, dirigendosi fuori dalle acque territoriali verso nord-ovest.
La Compagnia notifica quindi immediatamente la partenza dal porto dell’unità alle autorità italiane competenti, che continuano ad operare di conseguenza.

Contestualmente le altre unità della Compagnia presenti nell’area ricevono l’ordine di dirigere verso Malta previa evacuazione delle piattaforme e del terminale.

LUNEDÌ 21.03.11
Risulta che tutta la giornata Asso Ventidue è in navigazione up and down, e sembra svolgere attività di monitoraggio delle coste libiche.

MARTEDI’ 22/03/2011
Alle 8.30 ore italiana, il rimorchiatore Asso Ventidue ha ormeggiato nel porto di Tripoli.
L’equipaggio è stato autorizzato dai militari libici a bordo a contattare familiari e compagnia. In serata c’è un nuovo contatto.

h. 15.00 di MERCOLEDI’ 23/03/2011
La situazione è immutata.

Per maggiori info: Martin Slater 3483175494; Antonella Romano 3483175493
 

.